è caduto in Rojava (Kurdistan, Siria del Nord) un rivoluzionario internazionalista italiano, onore a Giovanni Asperti

giovanniasperti-ypg-599x275

Onore e gloria per i martiri rivoluzionari della libertà caduti nella lotta per costruire un Mondo migliore contro la barbarie.

Abbiamo appena appreso che un internazionalista italiano ha perso la vita in Rojava il 7 dicembre 2018 a Dêrik.

Giovanni Francesco Asperti, Hiva Bosco, secondo le agenzia stampa locali si trovava in Siria del nord per difendere la popolazione, insieme alle forze di difesa popolare, da chi sta conducendo una guerra contro l’umanità intera. Era lì per difendere una rivoluzione democratica incentrata sulla convivenza pacifica e sul rispetto reciproco tra gli esseri umani.

Nel rendere onore a Giovanni per il suo coraggio e il suo sacrificio, ci stringiamo attorno alla sua famiglia in questo momento di dolore.

Sehid Namirin! I martiri non muoiono
Viva la solidarietà internazionale!

Ufficio d’Informazione del Kurdistan in Italia
**

La Rete Kurdistan Italia esprime la sua vicinanza alla famiglia di Giovanni Francesco Asperti (Hiwa Bosco), caduto partecipando alla lotta per la libertà e la democrazia.

Lo ricordiamo con affettuoso rispetto e manterremo vivo questo ricordo nel sostenere la resistenza del popolo curdo e difendendo la rivoluzione del Rojava con impegno ancora maggiore.
Viva la solidarietà internazionale!

Rete Kurdistan Italia

L’ufficio stampa delle Unita difesa popolare YPG ha dichiarato che ‘il compagno internazionalista Hiwa Bosco è caduto martire a causa di uno sfortunato incidente mentre era in servizio a Derik il 7 dicembre 2018.’

L’ufficio Stampa del YPG comunica i dati personali del martire internazionalista italiano:

Nome di battaglia: Hiwa Bosco
Nome e cognome: Giovanni Francesco Asperti
Nome della madre: Vittoria
Nome del padre: Pietro
Luogo di nascita: Bergamo, Italia
Data e luogo del martirio: 7 dicembre 2018, Derik

Comunicato stampa continua dicendo che; “Migliaia di rivoluzionari hanno preso il loro posto nella nostra lotta in Rojava e in Siria del nord, in un momento in cui la Rivoluzione del Rojava è diventata una speranza crescente per tutti i popoli oppressi e li ha ispirati con la resistenza in tutta la regione.

Hîwa Bosco, uno tra centinaia di rivoluzionari, è nato in Italia e si è unito alla lotta contro ISIS nel Rojava Kurdistan e nel nord della Siria ed è caduto martire a causa di uno sfortunato incidente mentre era in servizio. Il compagno Hîwa si è unito alle file della libertà con gli stessi sentimenti e la stessa motivazione dei combattenti rivoluzionari influenzati dal sistema democratico che la Rivoluzione del Rojava ha creato pagando un prezzo elevato.

In tutta la sua vita, nella lotta di liberazione è stato un esempio di vera vita rivoluzionaria. Ha instancabilmente fatto grandi sforzi per essere parte della lotta nel modo più efficace, sulla base dei principi portati avanti dalla lotta per la libertà e ha sempre agito sulla base di questi valori fino all’ultimo momento della sua vita.

Inviamo le nostre più sentite condoglianze alla famiglia del nostro compagno caduto.”

Annunci